Ferrari: due giorni di intenso lavoro per Badoer

luca badoer

E' un'attesa dal sapore particolare quella di Luca Badoer, a poche ore dal debutto in pista come pilota ufficiale della Scuderia Ferrari Marlboro. Luca ha trascorso due giorni a Maranello, dove ha potuto finalmente lavorare insieme alla squadra, in preparazione del Gran Premio d'Europa di F1.

Fino a domenica sera, infatti, la Gestione Sportiva è rimasta chiusa per ferie, in ossequio all'accordo fra le squadre. Soltanto martedì sono riprese le attività. I tanti impegni di Badoer hanno fatto diventare quasi secondario il lavoro svolto sulla pista di Fiorano, dove ha guidato la F60 nell'ambito di una sessione di riprese televisive e fotografiche per i partner della Scuderia.

"Questi duecento chilometri non sono assolutamente significativi dal punto di vista tecnico, ma mi hanno almeno consentito di riprendere un po' di confidenza con la macchina - ha dichiarato Badoer prima di ripartire per Montebelluna -. Le mie sensazioni sono buone anche se è chiaro che a Valencia mi attende un compito difficile: la prima gara mi servirà per togliermi la ruggine e per rientrare completamente nel meccanismo di un week-end da Gran Premio. Non mi pongo obiettivi, se non quello di finire la gara".

Per Luca ci sarà un supporto speciale a Valencia, quello di Michael Schumacher: "Sono contento che Michael sia con la squadra, saprà sicuramente darmi dei consigli importanti. In questi giorni ci siamo sentiti molto spesso e abbiamo anche fatto degli allenamenti insieme quando lui era impegnato nel suo tentativo di ritornare a gareggiare. Mi è dispiaciuto molto, perché so quanto ci tenesse: anche se la sua rinuncia mi consente di coronare il sogno della mia vita, sono un suo amico, un suo ammiratore e un suo tifoso".

A Valencia Badoer potrà ritrovare un altro amico, Kimi Raikkonen: "Con lui ho un ottimo rapporto e sono sicuro che lavoreremo bene come compagni di squadra. Certo, ha il suo carattere e non lo scopriamo oggi, ma mi trovo molto a mio agio quando stiamo insieme".

Un ultimo pensiero va al suo paese natale, Montebelluna: "Hanno fatto due giorni di festa dopo che la Ferrari aveva annunciato che avrei sostituito Felipe: mi ha fatto molto piacere e voglio ringraziare anche tutti i tifosi che mi hanno fatto sentire il loro sostegno".

Via | Press Ferrari

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: