C.I. Turismo Endurance: al Mugello il penultimo round

colciago

Quando mancano due appuntamenti al termine della stagione, il Campionato Italiano Turismo Endurance si appresta a vivere un finale emozionante. Di scena il prossimo weekend al Mugello per il settimo e penultimo round dell'anno, l'affascinante serie tricolore varata da Aci-Csai in collaborazione con il Gruppo Peroni Race vede infatti una lotta per il titolo ancora apertissima.

A guidare il campionato riservato alle vetture nella massima espressione tecnica della categoria Turismo è sempre Roberto Colciago (Seat Leon Turbo TFSI), ma alle sue spalle non accenna a rassegnarsi la concorrenza. A cominciare da Nicola Bianchet, che, dopo la lunga militanza al volante della M3 E46 3.2 del Duller Motorsport, è salito a bordo della più potente BMW M3 E92 V8 4.0 (Promotorsport) ed è subito tornato alla vittoria proprio nello scorso round di Imola, portandosi al secondo posto in campionato.

Resta invece fedele alle sue scelte tecniche Luca Cappellari (BMW M3 E92 3.2). Il campione in carica, consapevole di dover disporre di un propulsore, il 3.2 Motorsport, meno potente rispetto agli attuali V8 4.0 (le cui vetture, però, rispettano un peso minimo di 100 kg superiore), non dispera ed anzi spera di vedere deliberato il nuovo V8 4.0 ufficiale almeno in tempo per l'ultima tappa di Monza. Dove magari giocarsi tutto.

Una prospettiva alla quale non intendono rinunciare neanche Piero Necchi e Beppe Gabbiani che, dopo i primi due round in perfetto digiuno hanno poi marcato risultati importanti sulla BMW M3 E92 4.0 della N Racing ed ora sono quarti in campionato alle spalle di Cappellari. L'aritmetica non li premia, ma neanche li condanna, soprattutto perché a differenza degli avversari hanno già ampiamente scontato i tre scarti previsti dal regolamento.

Ad inserirsi nella lotta per il primato, peraltro sempre movimentata dagli handicap tempo (25 secondi per Necchi-Gabbiani, 15 per Bianchet, 10 per Colciago e 5 per Cappellari in gara 1), saranno anche le BMW M3 E92 4.0 di Andrea Bacci (Autofficina Rally), Paolo Meloni (W&D), Conte-Zanin e Ferrato-Marrese (Promotorsport), ma anche le Audi RS4 schierate dalla Lella Lombardi Autosport, che ad Imola hanno visto Federico Della Volta sorprendente vincitore in gara 1 ed il giovane Cesare Brusa autore del giro più veloce in gara 2.

Come sempre l'agonismo in pista sarà anche nella altre categorie, come nella classe 3.000, dove duellano Walter Meloni (BMW M3 E46 3.0) e Valli-Jolly (BMW 330) o per il Campionato Italiano Prima Divisione Diesel, dove Valentina Albanese (Seat Leon Tdi) punta a consolidare il primato detenuto per stretta misura su Gianni Giudici (BMW 330d). Stessa storia per il Campionato Italiano Seconda Divisione che, meno di sette giorni fa a Vallelunga, ha visto vincitori Ferraris-Cerruti su Fiat 500 Abarth e Arduini-Gabbiani su Honda Accord 24H Special.

Via | Aci Sport Italia Press Office

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: