Gp Singapore F1 2014: Hamilton re della notte e del Mondiale, Alonso 4° posto amaro

L'inglese approfitta del ritiro del compagno di squadra Rosberg, sul podio salgono anche Vettel e Ricciardo

a:2:{s:5:"pages";a:8:{i:1;s:0:"";i:2;s:40:"Gp Singapore F1 2014: la gara in diretta";i:3;s:38:"Gp Singapore F1 2014: Hamilton in pole";i:4;s:49:"Gp Singapore F1 2014: la diretta delle qualifiche";i:5;s:44:"Gp Singapore F1 2014: i tempi delle libere 3";i:6;s:44:"Gp Singapore F1 2014: i tempi delle libere 2";i:7;s:44:"Gp Singapore F1 2014: i tempi delle libere 1";i:8;s:47:"Gp Singapore F1 2014: orari e dirette Rai e Sky";}s:7:"content";a:8:{i:1;s:4261:" F1 Grand Prix of Singapore

La notte di Lewis Hamilton. L’inglese conquista il Gp di Singapore e si prende la vetta del Mondiale 2014, approfittando del ritiro del compagno di squadra Nico Rosberg. Il tedesco soffre per un problema elettronico al volante, non riesce ad affrontare il giro di ricognizione e deve partire dai box, per poi arrendersi al 15° giro. E Lewis ne ha approfittato al meglio, ottenendo il suo secondo successo in questa gara in notturna, dimostrando ancora una volta di essere uno dei migliori piloti attualmente in pista.

Leggi anche: Gp Singapore F1 2014, le foto più belle del weekend

Prima fa praticamente gara a se, poi la safety car rimette in gioco gli avversari a metà gara, con il pilota Mercedes costretto a fermarsi per montare le gomme soft. Così inizia una corsa contro il tempo, a suon di giri veloci, ma non basta: rientra alle spalle di Sebastian Vettel, però gli servono meno di due giri per riprendersi il comando, la vittoria e la leadership iridata. Il campione del mondo in carica, nonostante i problemi di gomme, si difende e mantiene la seconda posizione, così come il suo compagno di squadra Daniel Ricciardo occupa il terzo gradino del podio.

E la Ferrari? Partita con grandi speranze, si è dovuta accontentare del quarto posto con Fernando Alonso. Lo spagnolo ha fatto un’altra grande gara, con una partenza super, ma è stato piuttosto sfortunato: quando era comodamente secondo, è entrata in pista la safety car ed ha perso la sua posizione, per effettuare il pit stop e montare gli pneumatici soft. Ha puntato sul degrado delle gomme delle due Red Bull, che in effetti c’è stato, ma non è bastato per effettuare il sorpasso. Gara anonima per Kimi Raikkonen (ottavo), gli altri mai in corsa per le prime posizioni.

Gp Singapore F1 2014: ordine d'arrivo

1 Lewis Hamilton Mercedes 60 giri
2 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault +13.5 sec
3 Daniel Ricciardo Red Bull Racing-Renault +14.2 sec
4 Fernando Alonso Ferrari +15.3 sec
5 Felipe Massa Williams-Mercedes +42.1 sec
6 Jean-Eric Vergne STR-Renault +56.8 sec
7 Sergio Perez Force India-Mercedes +59.0 sec
8 Kimi Räikkönen Ferrari +60.6 sec
9 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes +61.6 sec
10 Kevin Magnussen McLaren-Mercedes +62.2 sec
11 Valtteri Bottas Williams-Mercedes +65.0 sec
12 Pastor Maldonado Lotus-Renault +66.9 sec
13 Romain Grosjean Lotus-Renault +68.0 sec
14 Daniil Kvyat STR-Renault +72.0 sec
15 Marcus Ericsson Caterham-Renault +94.1 sec
16 Jules Bianchi Marussia-Ferrari +94.5 sec
17 Max Chilton Marussia-Ferrari +1 giro
Rit Jenson Button McLaren-Mercedes
Rit Adrian Sutil Sauber-Ferrari
Rit Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari
Rit Nico Rosberg Mercedes
Rit Kamui Kobayashi Caterham-Renault

Gp Singapore F1 2014: classifica mondiale piloti

1 Lewis Hamilton GBR Mercedes 241 punti
2 Nico Rosberg GER Mercedes 238
3 Daniel Ricciardo AUS Red Bull Racing-Renault 181
4 Fernando Alonso SPA Ferrari 133
5 Sebastian Vettel GER Red Bull Racing-Renault 124
6 Valtteri Bottas FIN Williams-Mercedes 122
7 Jenson Button GBR McLaren-Mercedes 72
8 Nico Hulkenberg GER Force India-Mercedes 72
9 Felipe Massa BRA Williams-Mercedes 65
10 Sergio Perez MEX Force India-Mercedes 45
11 Kimi Räikkönen FIN Ferrari 45
12 Kevin Magnussen DAN McLaren-Mercedes 39
13 Jean-Eric Vergne FRA STR-Renault 19
14 Romain Grosjean FRA Lotus-Renault 8
15 Daniil Kvyat RUS STR-Renault 8
16 Jules Bianchi FRA Marussia-Ferrari 2

Gp Singapore F1 2014: classifica costruttori

1 Mercedes 479
2 Red Bull Racing-Renault 305
3 Williams-Mercedes 187
4 Ferrari 178
5 Force India-Mercedes 117
6 McLaren-Mercedes 111
7 STR-Renault 27
8 Lotus-Renault 8
9 Marussia-Ferrari 2

";i:2;s:8585:"

Gp Singapore F1 2014: la gara in diretta

F1 Grand Prix of Singapore

Gp Singapore F1 2014 diretta live: la gara in tempo reale

HAMILTON VINCE IL GP DI SINGAPORE L'inglese trionfa ed è ora in vetta al Mondiale, sul podio Vettel e Ricciardo. Quarto posto per Alonso.

Schermata 2014-09-21 alle 16.05.43

59° giro Alonso non riesce a trovare lo spunto per provare il sorpasso su Ricciardo, con Vettel in crisi con le gomme, ma sempre secondo.

57° giro Mentre Hamilton si invola verso il successo, c'è il trenino per la seconda posizione: Vettel, Ricciardo e Alonso sono in fila indiana. Mancano 5 minuti alla fine.

56° giro Gli pneumatici di Vettel sono in crisi, Ricciardo e Alonso sono vicinissimi al campione del mondo. Mancano 9 minuti allo scadere delle due ore di gara.

55° giro Button si ferma per un problema in pista e si ritira. Davanti Hamilton si invola verso il successo e leadership mondiale, poi Vettel, Ricciardo ed Alonso. Il ferrarista si sta avvicinando notevolmente alle Red Bull.

54° giro Sorpasso di Hamilton su Vettel, si va a riprendere la prima posizione

52° giro Rientra ai box Hamilton per il suo pit stop: 2"9 di sosta, ma Vettel lo sorpassa ed ora l'inglese è secondo.

51° giro Hamilton si lamenta per l'usura degli pneumatici, probabilmente rientrerà tra uno o due giri. Sarà il momento decisivo della gara.

50° giro Alonso resta ad oltre un secondo da Ricciardo, mentre Hamilton ha 23"3 di vantaggio su Vettel

47° giro Hamilton ha ora 20 secondi di vantaggio su Vettel, si avvicina al margine (25/27") buono per fare il cambio gomme e rientrare in testa

45° giro Alonso si avvicina un po' a Ricciardo, è a 1"7 e prova a mettere della pressione al pilota della Red Bull

43° giro Le posizioni di testa sono piuttosto cristallizzate: Hamilton ha 11"5 su Vettel, poi Ricciardo, Alonso, Massa, Bottas, Button, Raikkonen. Ma l'inglese dovrà fare obbligatoriamente un altro pit stop per mettere le soft, gli altri possono arrivare al traguardo.

41° giro Prosegue ad allungare Hamilton: l'inglese ha 7"6 di vantaggio su Vettel. Alonso non tiene al momento il ritmo delle due Red Bull ed è staccato di 2"3 da Ricciardo.

39° giro Hamilton ha già tre secondi di vantaggio su Vettel, poi Ricciardo, Alonso, Massa e Bottas

38° giro La safety car rientra ai box, la gara riparte

35° giro I doppiati hanno superato la safety car ed ora si stanno 'sdoppiando'. Quando riprenderanno il gruppo, la vettura di sicurezza dovrebbe rientrare.

34° giro Siamo appena al 34° giro su 61 ed è già passata un'ora e dieci minuti di gara. Sicuramente non verranno completate tutte le tornate previste, ma la gara si fermerà allo scoccare della seconda ora di gara.

33° giro Safety car in pista, ricapitoliamo la classifica: Hamilton, Vettel, Ricciardo, Alonso, Massa, Bottas, Button, Raikkonen. L'inglese non ha ancora montato le soft e, quindi, sarà costretto a fermarsi a fare un pit stop.

32° giro Alonso rientra ai box per montare le gomme soft e rientra in quarta posizione. Pit stop anche per Raikkonen.

31° giro Si rompe l'ala anteriore di Perez, numerosi detriti in pista ed entra la safety car

30° giro Siamo a metà gara e Hamilton si scatena: due giri veloci di fila, l'ultimo in 1'51"405. Ora ha 5"4 su Alonso, tranquillo in seconda posizione.

29° giro Ricapitoliamo la classifica: Hamilton, Alonso a 4"4, poi Vettel, Ricciardo, Button, Massa e Raikkonen.

28° giro Ricciardo fa il suo pit stop: Hamilton torna al comando, poi Alonso e Vettel. L'australiano rientra in quarta posizione.

27° giro Anche Hamilton fa il suo cambio gomme, tutto tranquillo e rientra in seconda posizione, dietro a Ricciardo che deve ancora fermarsi

26° giro Si ferma Vettel, Alonso prende la posizione al campione del mondo e sarà secondo, quando tutti faranno il loro cambio gomme

25° giro Alonso fa il secondo pit stop, appena 2”6 per il cambio gomme, rientra in quinta posizione.

24° giro Massa e Bottas si fermano per il secondo pit stop, Raikkonen è ora quinto. Mentre Alonso è ormai vicinissimo a Vettel.

Rosberg sul ritiro: "Non funzionava il volante e quindi non riuscivo a settare la macchina. Hamilton mi prenderà dei punti? Mi sa purtroppo di sì...".

22° giro Alonso prosegue la sua rimonta nei confronti di Vettel, è a 1"7 dal campione del mondo in carica

19° giro Giro più veloce della gara per Alonso (1'52"849), si sta avvicinando a Vettel, da cui è staccato di 2"7.

18° giro Dopo il colpo di scena del ritiro di Rosberg, non sta accadendo nulla al momento in pista. Posizioni cristallizzate, tutte le monoposto di testa con distacchi importanti.

16° giro Finito il primo giro di pit stop: Hamilton, Vettel, Alonso, Ricciardo, Massa, Raikkonen. Se l'inglese vincerà la gara, andrà in vetta al Mondiale 2014.

15° giro Rosberg rientra ai box, viene cambiato il volante, ma non riesce a rimettere la prima ed è costretto al ritiro.

14° giro Hamilton fa il suo cambio gomme, riesce a rientrare comunque al comando.

13° giro Pit stop per Vettel, Alonso e Ricciardo. Non cambiano le posizioni tra i tre, tutti con gomme supersoft

12° giro Pit stop per Raikkonen: riparte in decima posizione, ha perso il posto su Massa, mentre ora Hamilton ha 7"8 di vantaggio su Vettel. Rosberg è 18°.

11° giro Il primo pit stop significativo è di Felipe Massa: era sesto, ora è rientrato in 13.a posizione

10° giro Rosberg sembra avere ancora problemi al cambio, non riesce ad inserire la quarta marcia. Primi pit stop, ma di monoposto nelle retrovie

8° giro Le posizioni di testa sono abbastanza stabilizzate: Hamilton in testa, poi Vettel, Alonso, Ricciardo, Raikkonen e Massa. Rosberg è sempre ventesimo e non riesce a superare Ericsson.

6° giro Hamilton inizia ad aumentare il ritmo e porta a 2"5 il vantaggio su Vettel, facendo segnare il giro più veloce in 1'53"035

5° giro I primi due (Hamilton e Vettel) sembrano avere un altro passo rispetto a tutti. Alonso non riesce a tenere il loro ritmo ed è già staccato di sette secondi, poi Ricciardo e Raikkonen. Rosberg è 20°.

3° giro Hamilton ha un vantaggio di 1"6 su Vettel e 3"5 su Alonso. Rosberg fatica a superare le vetture più lente ed è sempre ultimo

2° giro Riepiloghiamo la classifica: Hamilton, Vettel, Alonso, Ricciardo, Raikkonen, Massa. Rosberg è nelle retrovie.

PARTENZA Hamilton parte bene, Alonso è in seconda posizione, ma salta la chicane e restituisce la posizione a Vettel. Dunque, il ferrarista è terzo, con Ricciardo alle sue spalle. Rosberg è riuscito a partire ed è ultimo.

Ore 14.00 Rosberg proverà a partire dai box, mentre ci sono problemi per Kobayashi, si è fermato nel corso del giro di ricognizione e si ritira.

Ore 13.59 Rosberg non riesce a partire e resta fermo sulla sua piazzola di partenza, mentre è iniziato il giro di ricognizione. Non riesce ad innestare la marcia.

Ore 13.57 Ormai è tutto pronto per il via del Gp di Singapore: il meteo è sereno e, dunque, la gara dovrebbe essere asciutta

Ore 13.50 Problemi per Nico Rosberg: i tecnici Mercedes sono al lavoro sulla sua monoposto, con un problema elettronico al volante.

Ore 13.45 Manca un quarto d'ora al via del Gp di Singapore 2014: le monoposto hanno raggiunto la griglia di partenza ed i meccanici stanno completando la messa a punto, prima del semaforo verde. Hamilton partirà dalla pole position, davanti a Rosberg, Ricciardo, Vettel e Alonso. Lo spagnolo, distante soli due decimi e mezzo dalla Mercedes, punta a fare una sorpresa.

";i:3;s:3457:"

Gp Singapore F1 2014: Hamilton in pole

AUTO-PRIX-SIN-F1

Gp Singapore F1 2014: Sette millesimi. Un non nulla, che vale una pole position. Lewis Hamilton conquista così la partenza davanti a tutti e beffa il compagno di squadra Nico Rosberg, negli ultimi secondi delle qualifiche. La Mercedes conquista la prima fila a Marina Bay ed i piloti proseguiranno la loro lotta in famiglia in questa stagione, ma il distacco non è stato così elevato con le altre squadre, tanto da sorprendere anche il pole man. “Non mi aspettavo rivali così veloci”, ha detto l’inglese e domani potrebbe essere una gara più combattuta del previsto.

Leggi anche: il sound delle F1 dal 1987 al 2014

Solo un paio di decimi di distacco per Daniel Ricciardo, per l’ennesima volta davanti al compagno di squadra Sebastian Vettel, ma anche una Ferrari apparsa finalmente competitiva per tutto il weekend. Il primo posto di Fernando Alonso nelle libere di questa mattina aveva forse illuso un po’ e la quinta posizione dello spagnolo potrebbe deludere qualcuno, ma la rossa non è mai stata così vicina alle Mercedes, meno di tre decimi. E poteva essere anche seconda fila, visto il distacco di appena cinque millesimi da Vettel.

C’era in grande forma anche Kimi Raikkonen, il più veloce nel Q1, ma il finlandese è stato davvero sfortunato, bloccato da un problema tecnico al momento di fare l’ultimo giro. “Siamo stati sorprendentemente forti - ha detto il finlandese - Peccato, questi problemi mi hanno fatto perdere sicuramente qualche posto”. E ‘Ice-Man’ si è dovuto accontentare della settima posizione, comunque ad appena cinque decimi dal leader. Un po’ deludente la Williams, mentre le McLaren non sono apparse per nulla competitive. Domani ci sarà da divertirsi.

Gp Singapore F1 2014: i tempi delle qualifiche

1 Lewis Hamilton Mercedes 1:45.681
2 Nico Rosberg Mercedes 1:45.688
3 Daniel Ricciardo Red Bull Racing-Renault 1:45.854
4 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 1:45.902
5 Fernando Alonso Ferrari 1:45.907
6 Felipe Massa Williams-Mercedes 1:46.000
7 Kimi Räikkönen Ferrari 1:46.170
8 Valtteri Bottas Williams-Mercedes 1:46.187
9 Kevin Magnussen McLaren-Mercedes 1:46.250
10 Daniil Kvyat STR-Renault 1:47.362
11 Jenson Button McLaren-Mercedes eliminato nel Q2
12 Jean-Eric Vergne STR-Renault eliminato nel Q2
13 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes eliminato nel Q2
14 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari eliminato nel Q2
15 Sergio Perez Force India-Mercedes eliminato nel Q2
16 Romain Grosjean Lotus-Renault eliminato nel Q2
17 Adrian Sutil Sauber-Ferrari eliminato nel Q1
18 Pastor Maldonado Lotus-Renault eliminato nel Q1
19 Jules Bianchi Marussia-Ferrari eliminato nel Q1
20 Kamui Kobayashi Caterham-Renault eliminato nel Q1
21 Max Chilton Marussia-Ferrari eliminato nel Q1
22 Marcus Ericsson Caterham-Renault eliminato nel Q1

";i:4;s:5165:"

Gp Singapore F1 2014: la diretta delle qualifiche

F1 Grand Prix of Singapore - Practice

HAMILTON IN POLE POSITION L'inglese conquista la pole position, sopravanzando di sette millesimi il compagno di squadra Rosberg, poi le due Red Bull (Ricciardo e Vettel), Alonso, Massa, Raikkonen, Bottas, Magnussen, Kyvat.

Schermata 2014-09-20 alle 16.04.01

Ore 16.00 Ricciardo davanti in 1'45"854, stanno arrivando ora gli altri

Ore 15.59 Problemi per Raikkonen: "I have no power" e finisce la qualifica del finlandese

Ore 15.58 Si stanno esaurendo i giri di lancio, è l'ora di dare la caccia alla pole

Ore 15.56 Il primo a scendere in pista è Ricciardo, poi tutti gli altri a seguire

Ore 15.55 Ora tornano tutti ai box: qualche secondo per il cambio gomme, poi tutti di nuovo in pista per il tentativo finale con gomme nuove.

Ore 15.52 Massa davanti a tutti in 1'46"007, poi Ricciardo (+0"061), Alonso (+0"140), Raikkonen (+0"163), Bottas, Hamilton, Rosberg, Vettel, Kyvat e Magnussen.

Ore 15.49 Tutti in pista per il primo tentativo

Ore 15.48 Semaforo verde, è iniziato il Q3.

Ore 15.43 Saranno Rosberg, Hamilton, Alonso, Raikkonen, Massa, Ricciardo, Vettel, Bottas, Magnussen e Kvyat a giocarsi la pole position

Gp Singapore F1 2014: Rosberg in vetta nel Q2

F1 Grand Prix of Singapore - Qualifying

E' finito il Q2 Rosberg si prende nel finale la prima posizione in 1'45"825, poi Hamilton e le due Ferrari. Fuori: Button, Vergne, Hulkenberg, Gutierrez, Perez e Grosjean.

Ore 15.39 Massa e Bottas risalgono: il brasiliano è quarto, il finlandese ottavo

Ore 15.37 I primi quattro non dovrebbero rientrare in pista, mentre Rosberg e Vettel non si fidano del loro tempo e sono sul tracciato

Ore 15.35 Tra i piloti a rischio eliminazione ci sono Massa e Bottas, al momento sarebbero entrambi fuori

Ore 15.33 Mancano sei minuti alla fine del Q2: Hamilton davanti a tutti, poi Raikkonen, Alonso, Ricciardo, Rosberg e Vettel

Ore 15.32 Hamilton batte il tempo di Alonso di 41 millesimi e in 1'46"281 si porta davanti a tutti

Ore 15.31 Alonso supera Raikkonen di tre decimi, mentre Rosberg è terzo

Ore 15.30 I primi tempi di questo Q2: Raikkonen è subito davanti a tutti in 1'46"359, poi Massa e Perez

Ore 15.27 Iniziano ad entrare le monoposto in pista, tra i big troviamo le due Ferrari, Hamilton e Ricciardo

Ore 15.25 Iniziato il Q2, per ora non c'è nessuno in pista

Ore 15.22 Ora tutti ai box, in attesa del semaforo verde per il Q2

Gp Singapore F1 2014: Raikkonen davanti nel Q1

F1 Grand Prix of Singapore - Qualifying

E' finito il Q1 Raikkonen il più veloce in 1'48"685, davanti ad Alonso. Sono stati eliminati: Sutil, Maldonado, Buanchi, Kobayashi, Chilton ed Ericsson.

Ore 15.17 Ultimi secondi del Q1: Massa si toglie dalla zona a rischio ed è undicesimo

Ore 15.15 Alonso al secondo posto, a due decimi dal compagno di squadra. Hamilton è terzo a 32 millesimi dall'iberico.

Ore 15.14 Ora tutti in pista con la supersoft. E Raikkonen fa il miglior tempo in 1'46"685

Ore 15.13 Ricciardo fa il miglior crono in 1'47"488, mentre il compagno di squadra è stato bloccato dal traffico e si sta rilanciando. Ma subito Hulkenberg sorpassa l'australiano: 1'47"370

Ore 15.10 Entrano in pista anche Ricciardo e Vettel, subito con le supersoft

Ore 15.09 Mancano otto minuti alla fine del Q1, Hamilton è al comando, poi Gutierrez (unico con le supersoft), Alonso, Raikkonen, Bottas e Rosberg. Ancora ai box le due Red Bull.

Ore 15.08 Hamilton fa un grande ultimo tratto ed è al comando in 1'47"847

Ore 15.07 Alonso davanti a tutti in 1'48"203, poi Raikkonen a 0"380

Ore 15.05 I primi tempi: Bottas in 1'48"743, poi Magnussen, Vergne e Hulkenberg. Ancora lontano i più attesi, mentre Vettel e Ricciardo sono ancora ai box

Ore 15.03 Rosberg va lungo alla curva 8, ma si ferma prima di arrivare alle barriere e riesce a ripartire senza problemi

Ore 15.01 Subito in pista le due Mercedes e le due Ferrari

Ore 15.00 Semaforo verde! Sono iniziate le qualifiche del Gp di Singapore 2014

Ore 14.50 Mancano dieci minuti all'inizio delle qualifiche del Gp di Singapore. Il meteo è buono e fa caldo, dunque la lotta per la pole position sarà asciutta. C'è attesa per vedere il comportamento della Ferrari, dopo il miglior tempo di Alonso nelle libere di questa mattina.

";i:5;s:3384:"

Gp Singapore F1 2014: i tempi delle libere 3

AUTO-PRIX-SIN-F1

Gp Singapore F1 2014: Fernando Alonso e la Ferrari sembrano fare sul serio. Era da più di un anno (Bahrain 2013) che l'iberico non era davanti a tutti nelle libere del sabato mattina, quando tutti fanno le loro prove verso le qualifiche del pomeriggio. Lo spagnolo ha fatto il record nei primi due settori del tracciato di Marina Bay, contenendo il ritardo nell’ultimo settore (dove anche ieri la F14T ha fatto un po’ di fatica) e chiudendo in 1’47”299, mettendo tutte le altre monoposto in fila, comprese le due Mercedes.

Leggi anche: Gp Singapore F1 2014, le foto più belle

Le vetture tedesche sono apparse meno brillanti, rispetto al resto della stagione, e nella prima fila virtuale troviamo Daniel Ricciardo, con la sua Red Bull ad appena 51 millesimi da Alonso. La scuderia anglo-tedesca è la migliore nel settore conclusivo del tracciato, precedendo così Nico Rosberg, anche se è appena di 189 millesimi il ritardo. Ben più indietro, invece, Lewis Hamilton: l’inglese è addirittura sesto, staccato di quasi mezzo secondo dal ferrarista e preceduto anche da Jean-Eric Vergne e Sebastian Vettel.

Sarà un segnale per le qualifiche e la Ferrari potrà lottare per un’insperata pole, oppure la Mercedes si è solamente nascosta? Lo sapremo solamente tra un paio d’ore, quando alle 15 italiane prenderanno il via le prove ufficiali (sempre in diretta su Motorsportblog). Mentre Raikkonen ha chiuso al nono posto, ad un secondo dal compagno di squadra, prima della volata finale con le supersoft, i piloti avevano girato con le soft ed il migliore era stato Rosberg (1’48”575), davanti a Ricciardo, Vettel, Hamilton, Alonso.

Gp Singapore F1 2014: i tempi delle libere 3

1 Fernando Alonso Ferrari 1:47.299
2 Daniel Ricciardo Red Bull Racing-Renault 1:47.350 +0.051
3 Nico Rosberg Mercedes 1:47.488 +0.189
4 Jean-Eric Vergne STR-Renault 1:47.693 +0.394
5 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 1:47.711 +0.412
6 Lewis Hamilton Mercedes 1:47.738 +0.439
7 Felipe Massa Williams-Mercedes 1:47.909 +0.610
8 Valtteri Bottas Williams-Mercedes 1:48.205 +0.906
9 Kimi Räikkönen Ferrari 1:48.226 +0.927
10 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari 1:48.422 +1.123
11 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 1:48.450 +1.151
12 Kevin Magnussen McLaren-Mercedes 1:48.577 +1.278
13 Jenson Button McLaren-Mercedes 1:48.599 +1.300
14 Daniil Kvyat STR-Renault 1:48.637 +1.338
15 Sergio Perez Force India-Mercedes 1:49.078 +1.779
16 Adrian Sutil Sauber-Ferrari 1:49.115 +1.816
17 Romain Grosjean Lotus-Renault 1:49.485 +2.186
18 Pastor Maldonado Lotus-Renault 1:50.149 +2.850
19 Jules Bianchi Marussia-Ferrari 1:50.376 +3.077
20 Kamui Kobayashi Caterham-Renault 1:50.939 +3.640
21 Max Chilton Marussia-Ferrari 1:51.221 +3.922
22 Marcus Ericsson Caterham-Renault 1:51.598 +4.299

";i:6;s:3562:"

Gp Singapore F1 2014: i tempi delle libere 2

F1 Grand Prix of Singapore - Practice

Gp Singapore F1 2014: dopo il primo posto di Alonso in mattinata, la Mercedes si è ripresa la vetta della classifica, nella seconda sessione di prove libere, con Lewis Hamilton davanti a tutti. L’inglese ha chiuso la sua miglior tornata con il crono di 1’47”490, però lo spagnolo della Ferrari è molto vicino. L’iberico è secondo ed è staccato di appena un decimo e mezzo dal pilota del team tedesco, mostrando di essere piuttosto competitivo anche con le gomme supersoft, dopo il primato della prima sessione con le soft.

Leggi anche: il sound delle F1 dal 1987 al 2014

Non ha fatto la prova di qualifica, invece, Nico Rosberg: il tedesco aveva fatto segnare il miglior tempo nel primo settore, poi è stato bloccato dalla bandiera rossa in pista, a causa dell’incidente di Maldonado. Il leader del mondiale ha preferito poi concentrarsi sul passo gara, dove ha mostrato un rendimento sempre costante, per una Mercedes sempre in ottima forma. Verso domenica, invece, Hamilton e Ricciardo hanno iniziato molto aggressivi, anche in 1’52”2, per poi fare dei giri più lenti per il degrado delle gomme, mentre Alonso ha mostrato un passo da podio.

Pomeriggio molto complicato, invece, per Sebastian Vettel. Il campione del mondo è riuscito a scendere in pista solamente negli ultimi dieci minuti, a causa di un problema al motore, avuto proprio nei secondi finali della prima sessione. Il tedesco ha comunque mostrato di avere una buona Red Bull e confermato il grande feeling con questo tracciato, piazzandosi in quinta posizione a poco più di cinque decimi dal leader. Lontano tutte le altre, con le Williams forse un po’ nascoste. Domani alle 12 le terze libere, alle 15 le qualifiche.

Gp Singapore F1 2014: i tempi delle libere 2

1 Lewis Hamilton Mercedes 1:47.490 25 giri
2 Fernando Alonso Ferrari 1:47.623 +0.133 28
3 Daniel Ricciardo Red Bull Racing-Renault 1:47.790 +0.300 28
4 Kimi Räikkönen Ferrari 1:48.031 +0.541 29
5 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 1:48.041 +0.551 5
6 Kevin Magnussen McLaren-Mercedes 1:48.358 +0.868 33
7 Jenson Button McLaren-Mercedes 1:48.435 +0.945 30
8 Sergio Perez Force India-Mercedes 1:48.653 +1.163 30
9 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 1:48.751 +1.261 31
10 Daniil Kvyat STR-Renault 1:48.770 +1.280 31
11 Jean-Eric Vergne STR-Renault 1:48.800 +1.310 33
12 Romain Grosjean Lotus-Renault 1:49.062 +1.572 33
13 Nico Rosberg Mercedes 1:49.075 +1.585 30
14 Pastor Maldonado Lotus-Renault 1:49.139 +1.649 13
15 Adrian Sutil Sauber-Ferrari 1:49.170 +1.680 34
16 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari 1:49.290 +1.800 37
17 Felipe Massa Williams-Mercedes 1:49.361 +1.871 29
18 Valtteri Bottas Williams-Mercedes 1:49.971 +2.481 28
19 Jules Bianchi Marussia-Ferrari 1:50.612 +3.122 24
20 Max Chilton Marussia-Ferrari 1:51.558 +4.068 21
21 Kamui Kobayashi Caterham-Renault 1:52.075 +4.585 33
22 Marcus Ericsson Caterham-Renault 1:52.936 +5.446

";i:7;s:3538:"

Gp Singapore F1 2014: i tempi delle libere 1

AUTO-PRIX-SIN-F1

Gp Singapore F1 2014: il weekend di Marina Bay inizia nel migliore dei modi per la Ferrari e per Fernando Alonso. Il pilota spagnolo ha fatto segnare il miglior tempo nella prima sessione di prove libere, chiudendo la sua tornata con il crono di 1’49”056, precedendo le due favoritissime Mercedes. L’iberico ha realizzato un giro strepitoso, praticamente da qualifica, montando le gomme soft Pirelli e disegnando alla perfezione, con la sua F14 T, il tracciato di Singapore, un circuito dove il pilota può fare ancora la differenza.

Leggi anche: Alonso ed il fastidio per i rumors sul futuro

Ovviamente si tratta solo del venerdì mattina e, dunque, in casa di Maranello è meglio non farsi particolari illusioni, visto che non è la prima volta che troviamo una rossa competitiva nel primo giorno del weekend, per poi andare peggio nei momenti clou, cioè qualifiche e gara. Non benissimo, invece, Kimi Raikkonen: il finlandese ha avuto anche un principio d’incendio sulla sua monoposto, per un surriscaldamento dei freni, ed ha chiuso al settimo posto questa sessione, staccato di quasi due secondi dal compagno di squadra.

Lewis Hamilton e Nico Rosberg hanno girato molto, chiudendo rispettivamente in seconda e terza posizione, staccati di poco più di un decimo dal ferrarista ed occupandosi già del passo gara, nel corso dell’ultima mezz’ora di questa sessione. Le due Red Bull sono in linea per la lotta per il podio, con Vettel davanti a Ricciardo, mentre al momento tutte le altre scuderie appaiono piuttosto staccate, con una Williams in particolare difficoltà. Alle 15.30 italiane di nuovo tutti sul tracciato, per la seconda sessione di libere.

Gp Singapore F1 2014: i tempi delle libere 1

1 Fernando Alonso Ferrari 1:49.056 16 giri
2 Lewis Hamilton Mercedes 1:49.178 +0.122 23
3 Nico Rosberg Mercedes 1:49.205 +0.149 24
4 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 1:49.874 +0.818 27
5 Daniel Ricciardo Red Bull Racing-Renault 1:50.122 +1.066 21
6 Jean-Eric Vergne STR-Renault 1:50.539 +1.483 11
7 Kimi Räikkönen Ferrari 1:50.783 +1.727 19
8 Jenson Button McLaren-Mercedes 1:50.922 +1.866 21
9 Daniil Kvyat STR-Renault 1:50.990 +1.934 26
10 Sergio Perez Force India-Mercedes 1:51.131 +2.075 23
11 Kevin Magnussen McLaren-Mercedes 1:51.217 +2.161 24
12 Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 1:51.604 +2.548 23
13 Felipe Massa Williams-Mercedes 1:51.953 +2.897 20
14 Pastor Maldonado Lotus-Renault 1:52.125 +3.069 25
15 Valtteri Bottas Williams-Mercedes 1:52.146 +3.090 19
16 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari 1:52.171 +3.115 15
17 Adrian Sutil Sauber-Ferrari 1:52.237 +3.181 22
18 Romain Grosjean Lotus-Renault 1:52.906 +3.850 26
19 Jules Bianchi Marussia-Ferrari 1:54.113 +5.057 15
20 Marcus Ericsson Caterham-Renault 1:54.475 +5.419 26
21 Kamui Kobayashi Caterham-Renault 1:54.607 +5.551 21
22 Max Chilton Marussia-Ferrari 1:55.170 +6.114 17

";i:8;s:3007:"

Gp Singapore F1 2014: orari e dirette Rai e Sky

AUTO-PRIX-SIN-F1

Gp Singapore F1 2014: dopo l’esordio dello scorso weekend della Formula E, è di nuovo tempo di monoposto. Questo fine settimana torna la Formula 1, con la gara in notturna sul tracciato di Marina Bay: si tratta del quattordicesimo appuntamento della stagione, ormai giunta alla sua volata finale. Come detto, la gara si disputerà in notturna, come avvenuto in tutte le precedenti occasioni, ed è l’unico Gp ad essere corso completamente sotto la luce dei riflettori dalla partenza all’arrivo, visto che l’ora locale di inizio sono le 20.

Leggi anche: F1, i biglietti sono troppo cari?

Grazie al fuso orario, però, la prova viene disputata al classico orario europeo: c’è solo lo spostamento di un’ora avanti per le libere e le qualifiche (inizio alle ore 15 italiane), mentre la gara prenderà il via alle ore 14, come di consuetudine. Doppia diretta sulla televisione italiana: l’intero weekend potrà essere seguito live sia sulla Rai che su Sky Sport F1 HD, oltre che ovviamente su Motorsportblog. Dunque, tutti gli appassionati di Formula 1 avranno l’occasione di vedere i piloti sfrecciare sotto le luci dei riflettori.

Le Mercedes partono ovviamente con i favori del pronostico, con l’attesa per un nuovo duello e nuove scintille tra Nico Rosberg e Lewis Hamilton, anche se questa pista piace molto a Sebastian Vettel, che ha vinto nelle ultime tre occasioni. Due successi per Alonso, nella prima gara, dopo il ribaltone al vertice in casa Ferrari, anche se Montezemolo sarà presidente fino al 13 ottobre. Il meteo potrebbe dare una mano, per non vedere una cavalcata trionfale del team tedesco: è prevista forte pioggia per tutto il weekend, anche se il tempo cambia piuttosto in fretta a queste latitudini.

Gp Singaporte F1 2014: programma e tv

Venerdì 19 settembre
Ore 12.00-13.30 Prove libere 1 (diretta Rai Sport 2 e Sky Sport F1 HD)
Ore 15.30-17.00 Prove libere 2 (diretta Rai Sport 2 e Sky Sport F1 HD)

Sabato 20 settembre
Ore 12.00-13.00 Prove libere 3 (diretta Rai Sport 2 e Sky Sport F1 HD)
Ore 15.00-16.00 Qualifiche (diretta Rai 2 e Sky Sport F1 HD)

Domenica 21 settembre
Ore 14.00 Gara (diretta Rai 1 e Sky Sport F1 HD)";}}

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail