F1, GP Giappone: osservazioni ed orari

suzuka

A una settimana dal Gran Premio di Singapore le Formula 1 tornano a rombare sul circuito di Suzuka. Si tratta di un felice ritorno per i piloti e gli appassionati, che amano questo tracciato, molto più coinvolgente di quello del Fuji, dove si sono svolti gli ultimi due appuntamenti iridati nella terra dei samurai.

L'impianto dove si consumerà la prossima sfida, che appartiene alla Honda, si presenta meglio rispetto a quello della Toyota, almeno sul piano del fascino. In questo scenario del Sol Levante gli interpreti del Circus si sforzeranno di dare il meglio del loro repertorio, per conseguire una brillante performance.

Lewis Hamilton giunge a Suzuka con il successo nella sfida precedente. L'alfiere britannico della McLaren cercherà di ripetersi, sfruttando lo stato di grazia della sua monoposto. Gli altri, però, non staranno a guardare. Restano molti interrogativi sul rendimento della Ferrari, che non si presenta bene dopo la mediocre prestazione del week-end uscente.

Gli uomini di Maranello, concentrati sulla vettura 2010, hanno bloccato lo sviluppo della F60, patendone le conseguenze. In Giappone, però, le cose potrebbero andare meglio, per la migliore sintonia dell'auto con la planimetria dell'impianto. L'obiettivo del "cavallino rampante" è il terzo posto nella classifica dei costruttori. Un'aspirazione poco esaltante per il mito italiano, ma oggi non si può pretendere di più.

In Giappone è stato assegnato spesso il titolo piloti. Potrebbe succedere anche questa volta, se Jenson Button guadagnerà 5 punti su Barrichello. Con tre gare all'orizzonte, il vantaggio dell'inglese è di 15 punti sul compagno di squadra, secondo in classifica. In attesa della gara, impazza la curiosità per il mercato piloti. Tutti aspettano l'annuncio dell'ingaggio di Fernando Alonso da parte della Ferrari, atteso per questa settimana. Lo spagnolo dovrebbe sostituire Kimi Raikkonen, dato in partenza verso la McLaren. Incerto il destino di Heikki Kovalainen. Robert Kubica potrebbe finire alla Renault, Nico Rosberg alla BrawnGP. Vedremo.

Lunghezza del circuito: 5,807 km
Giri da percorrere: 53
Distanza totale: 307,573 km
Numero di curve: 18 - 10 a destra e 8 a sinistra
Mescole Bridgestone: soffici/dure

Record

Giro in prova: 1:28.954 - M Schumacher - Ferrari - 2006
Giro in gara: 1:31.540 - K Raikkonen - McLaren Mercedes - 2005
Sulla distanza: 1h23:53.413 - F Alonso - Renault - 2006

Vittorie per pilota: 6 - M Schumacher
Vittorie per team: 8 - McLaren

Pole per pilota: 8 - M Schumacher
Pole per team: 9 - Ferrari

Giri veloci per pilota: 4 - M Schumacher
Giri veloci per team: 8 - Williams

Podi per pilota: 9 - M Schumacher
Podi per team: 23 - McLaren

Punti per pilota: 81 - M Schumacher
Punti per team: 167 - McLaren

Albo d'oro:

01. 1976 M Andretti – Lotus Ford
02. 1977 J Hunt – McLaren Ford
03. 1987 G Berger – Ferrari
04. 1988 A Senna – McLaren Honda
05. 1989 A Nannini – Benetton Ford
06. 1990 N Piquet – Benetton Ford
07. 1991 G Berger – McLaren Honda
08. 1992 R Patrese – Williams Renault
09. 1993 A Senna – McLaren Ford
10. 1994 D Hill – Williams Renault
11. 1995 M Schumacher – Benetton Renault
12. 1996 D Hill – Williams Renault
13. 1997 M Schumacher – Ferrari
14. 1998 M Hakkinen – McLaren Mercedes
15. 1999 M Hakkinen – McLaren Mercedes
16. 2000 M Schumacher – Ferrari
17. 2001 M Schumacher – Ferrari
18. 2002 M Schumacher – Ferrari
19. 2003 R Barrichello – Ferrari
20. 2004 M Schumacher – Ferrari
21. 2005 K Raikkonen – McLaren Mercedes
22. 2006 F Alonso - Renault
23. 2007 L Hamilton - McLaren Mercedes
24. 2008 F Alonso - Renault

Orari della sfida:

Venerdì 2 ottobre
10:00-11:30 (03:00-04:30) Prove Libere 1 - Sky Sport 2
14:00-15:30 (07:00-08:30) Prove Libere 2 - Sky Sport 2

Sabato 3 ottobre
11:00-12:00 (04:00-05:00) Prove Libere 3 - Sky Sport 2
14:00-15:00 (07:00-08:00) Qualifiche - Sky Sport 2 - Rai Due

Domenica 4 ottobre
14:00 (07:00) Gara - Sky Sport 2 - Rai Uno

Via | F1grandprix.it

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: