GP Giappone: vince Sebastian Vettel, Trulli secondo

vettel

Il Gran Premio del Giappone di Formula 1 si chiude nel segno di Sebastian Vettel. Il pilota tedesco della Red Bull consegue una meritata vittoria sulla pista di Suzuka, portandosi a 16 punti dal vertice della classifica conduttori. Dietro di lui Jarno Trulli che, con grande bravura, mette la sua Toyota davanti alla McLaren di Lewis Hamilton e alla Ferrari di Kimi Raikkonen. Solo settima la Brawn GP di Rubens Barrichello, seguito dal compagno di squadra Jenson Button. Decimo posto per Fernando Alonso e dodicesimo per Giancarlo Fisichella. Ma andiamo alla cronaca della gara.

Quando viene dato il via, scatta bene Hamilton, che guadagna una posizione su Trulli, partito secondo. L'inglese della McLaren sfrutta al meglio il Kers, montato in Giappone dal team di Woking. Sorte diversa per la Ferrari che, pur disponendo del sistema di riutilizzo dell'energia, non recupera terreno sui rivali: Kimi Raikkonen resta infatti in quinta piazza. Nessun problema per Vettel, autore di una buona partenza dopo la pole di ieri. Quadro difficile, invece, per Mark Webber, costretto a una rapda sequenza di soste ai box.

Assente sulla griglia Timo Glock, che paga i postumi dell'incidente di sabato. Per lui nessuna alternativa al ruolo di spettatore, a causa dei 15 punti di sutura rimediati a una gamba dopo il botto con la sua Toyota. I primi giri offrono una situazione abbastanza stabile nella linea di testa, mentre nelle retrovie Fisichella recupera una posizione ai danni di Sutil.

L'attenzione si proietta sui pit stop, che si aprono con Hamilton al 15° giro. Il campione del mondo in carica installa gomme a mescola morbida. Alcuni minuti dopo tocca a Trulli imboccare la via dei box, seguito da Vettel e dagli altri protagonisti. Sosta ritardata per Nico Rosberg, che si concede qualche passaggio in seconda posizione. Intanto si ritira Buemi, vittima di problemi tecnici alla sua monoposto.

La seconda serie di pit stop si rivela fruttuosa per Trulli e Raikkonen, che scavalcano, rispettivamente, Hamilton ed Heidfeld, ora terzo e sesto. Il merito è dei meccanici di Toyota e Ferrari, che svolgono un ottimo lavoro. Nonostante una sosta poco felice, dovuta a problemi di montaggio della ruota anteriore destra, Sebastian Vettel conserva il comando delle danze. Il vantaggio costruito dal tedesco nelle fasi precedenti non mette a repentaglio la sua leadership.

Kimi Raikkonen occupa la quarta posizione, dietro Trulli ed Hamilton. Così sarà fino alla bandiera a scacchi, anche se l'ingresso della safety car nelle fasi conclusive, per l'incidente di Jaime Alguersuari, comprime le distanze. Con il successo odierno, Vettel si avvicina a Jenson Button, che guida la classifica iridata. Quando mancano due appuntamenti alla fine, la matematica lascia le porte aperte a lui e a Barrichello. Si tratta comunque di una speranza flebile. Discorso praticamente chiuso per il titolo costruttori.

GP Giappone, ordine d'arrivo:

01. S. Vettel Red Bull - Renault 1h28'20"443 208.900 Km/h
02. J. Trulli Toyota +00'04"8 (2 pit-stop)
03. L. Hamilton McLaren Mercedes +00'06"4 (2 pit-stop)
04. K. Raikkonen Ferrari +00'07"9 (2 pit-stop)
05. N. Rosberg Williams - Toyota +00'08"7 (2 pit-stop)
06. N. Heidfeld BMW Sauber +00'09"5 (2 pit-stop)
07. R. Barrichello Brawn GP - Mercedes +00'10"6 (2 pit-stop)
08. J. Button Brawn GP - Mercedes +00'11"4 (2 pit-stop)
09. R. Kubica BMW Sauber +00'11"7 (2 pit-stop)
10. F. Alonso Renault +00'13"0 (1 pit-stop)
11. H. Kovalainen McLaren Mercedes +00'13"7 (2 pit-stop)
12. G. Fisichella Ferrari +00'14"5 (2 pit-stop)
13. A. Sutil Force India - Mercedes +00'14"9 (2 pit-stop)
14. V. Liuzzi Force India - Mercedes +00'15"7 (2 pit-stop)
15. K. Nakajima Williams - Toyota +00'17"9 (1 pit-stop)
16. R. Grosejean Renault + 1 Giro (1 pit-stop)
17. M. Webber Red Bull - Renault + 1 Giro (5 pit-stop)
18. J. Alguersuari Toro Rosso - Ferrari out @ lap 45 incidente
19. S. Buemi Toro Rosso - Ferrari out @ lap 12 frizione

Pesi delle monoposto:

01. Sebastian Vettel, Red Bull, 658.5kg
02. Jarno Trulli, Toyota, 655.5
03. Lewis Hamilton, McLaren, 656
04. Nick Heidfeld, BMW Sauber, 660
05. Kimi Raikkonen, Ferrari, 661
06. Heikki Kovalainen, McLaren, 675
07. Nico Rosberg, Williams, 684.5
08. Robert Kubica, BMW Sauber, 686
09. Adrian Sutil, Force India, 650
10. Rubens Barrichello, Brawn GP, 660.5
11. Jaime Alguersuari, Toro Rosso, 682.5
12. Jenson Button, Brawn GP, 658.5
13. Giancarlo Fisichella, Ferrari, 661.5
14. Sebastien Buemi, Toro Rosso, 665.4
15. Kazuki Nakajima, Williams, 695.7
16. Romain Grosjean, Renault, 691.8
17. Fernando Alonso, Renault, 689.5
18. Vitantonio Liuzzi, Force India, 682.5
19. Timo Glock, Toyota, n/a
20. Mark Webber, Red Bull, n/a

Classifica Piloti:

01. Jenson Button (Brawn GP) 85
02. Rubens Barrichello (Brawn GP) 71
03. Sebastian Vettel (Red Bull) 69
04. Mark Webber (Red Bull) 51.5
05. Kimi Raikkonen (Ferrari) 45
06. Lewis Hamilton (McLaren) 43
07. Nico Rosberg (Williams) 34.5
08. Jarno Trulli (Toyota) 30.5
09. Fernando Alonso (Renault) 26
10. Timo Glock (Toyota) 24
11. Felipe Massa (Ferrari) 22
12. Heikki Kovalainen (McLaren) 22
13. Nick Heidfeld (BMW-Sauber) 15
14. Robert Kubica (BMW-Sauber) 9
15. Giancarlo Fisichella (Ferrari) 8
16. Adrian Sutil (Force India) 5
17. Sebastien Buemi (Toro Rosso) 3
18. Sebastien Bourdais (Toro Rosso) 2
19. Kazuki Nakajima (Williams) 0
20. Nelson Piquet (Renault) 0
21. Jaime Alguersuari (Toro Rosso) 0
22. Luca Badoer (Ferrari) 0
23. Romain Grosjean (Renault) 0
24. Vitantanio Liuzzi (Force India) 0

Classifica Costruttori:

01. Brawn GP 156
02. Red Bull 120.5
03. Ferrari 67
04. McLaren 65
05. Toyota 54.5
06. Williams 34.5
07. Renault 26
08. BMW-Sauber 24
09. Force India 13
10. Toro Rosso 3

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
42 commenti Aggiorna
Ordina: