GP Giappone 2011: quando Sergio Perez tirò un brutto scherzo al muretto

Il messicano replicò ad uno scherzo architettato qualche settimana prima ed inscena un calo di potenza alla sua monoposto. Il suo ingegnere si lascia vincere dalla disperazione.


F1 2011 Japanese GP Pérez 'No Power' (FUNNY...di UncleanerLake53

Alle ore 8 di domenica mattina scatterà il GP del Giappone. Favoriti d’obbligo sono nuovamente i due piloti della Mercedes, ma in cuor nostro ci auguriamo che Sergio Perez possa conquistare almeno qualche punto iridato. L’appuntamento di Suzuka ha regalato al pilota messicano solo una soddisfazione (ottavo nel 2011), non replicata nelle stagioni successive: Perez si è ritirato nel 2012 ed è giunto 15° nello scorso campionato. Perché allora abbiamo scelto di tifare per lui?

Perché non abbiamo dimenticato quello che successe nel 2011 durante l’allora GP del Giappone. Perez doveva vendicare uno scherzo fattogli qualche settimana prima dai componenti della scuderia. Per questo motivo ha inventato una perdita di potenza al motore della sua Sauber, lamentandosi via radio e mandando nel panico il suo ingegnere, che disperato lo prega di continuare a premere sull’acceleratore e di arrivare in qualche modo sul traguardo.

Perez occupava in quel momento l’ottava posizione ed ha inscenato lo scherzo nelle battute conclusive dell’ultimo giro, togliendosi poi la maschera a gara conclusa. L’ultima battuta spetta però all’ingegnere. Quest’ultimo avvisa Perez che il compagno di scuderia (Kobayashi) è giunto quarto sul traguardo, suscitando nel messicano un ‘why?’ pieno di rammarico.

  • shares
  • Mail