Alonso: La partenza di Vettel non modifica i miei piani

Alonso tiene nascoste le carte e non rivela con quale scuderia parteciperà al campionato 2015. Tuttavia la sua strategia è a suo dire perfettamente azzeccata.

2014_fernando_alonso

Il divorzio fra Sebastian Vettel e Red Bull non cambierà le intenzioni di Fernando Alonso. Lo ha confessato direttamente il pilota spagnolo, che rimane decisamente criptico e non svela quale automobile guiderà nella stagione 2015. “Ho sentito oggi le novità che riguardano Sebastian. Deve trovare nuove motivazioni, vuole aprire un nuovo capito nella sua vita e per questo motivo gli auguro tutto il meglio – ha commentato Alonso –. Per me non cambia nulla. Grazie al lavoro svolto in carriera posso ora decidere dove andare, cosa fare e quando farlo. Probabilmente alcune vicende che stanno avvenendo ora sono legate alle mie azioni”.

Alonso gioca a carte coperte e non rivela per il momento la sua tattica, le cui fondamenta poggiano su un quadro decisamente solido. “Negli ultimi due o tre mesi sapevo già come avrei dovuto comportarmi. Tutto si sta muovendo nella giusta direzione, ma ad ora il quadro non è ancora completo al 100%”. Dalle sue parole è evidente come l’opzione dell’anno sabbatico non vada ritenuta credibile. “Lo ripeto: sono nelle condizioni di mettere in pratica quello che desidero, ed anche al momento che reputo più opportuno – chiosa lo spagnolo –. Posso correre ovunque voglia. A seguire gli altri potranno muovere le loro pedine”.

Alonso non dovrebbe tuttavia finire in Mercedes, scuderia – come rivelato da Toto Wolff, team principal – estremamente soddisfatta dei suoi piloti e per nulla intenzionata a modificare lo status quo. E McLaren? Ron Dennis ha spiegato che le firme sui contratti non sono ancora state apposte, in quanto la priorità sua e dei tecnici è affidare una macchina competitiva ai piloti odierni.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: