Red Bull nega a Sebastian Vettel i test Ferrari ad Abu Dhabi

Nel Circus la sfida è sempre ai massimi livelli. Per questo non si cede al buonismo, specie quando certe scelte potrebbero assicurare un aiuto, anche millesimale, ai rivali.

2014_sebastian_vettel

A Sebastian Vettel non sarà consentito di effettuare con la Ferrari i test di fine stagione ad Abu Dhabi, perché i vertici del team delle “lattine volanti” hanno deciso di non liberarlo in anticipo dal suo contratto.

Lo dice a chiare lettere il proprietario del team Dietrich Mateschitz: “Solo il giorno dopo la scadenza naturale dell'intesa lui diventerà libero di fare quello che vuole”. Ricordiamo che il campione del mondo in carica è legato alla squadra di Milton Keynes fino al 28 novembre.

Si tratta di una data che scavalca di cinque giorni la chiusura della stagione agonistica in corso. Il fatto è che in quel periodo ci saranno delle prove in pista, cui Sebastian puntava per prendere confidenza con la “rossa”. Quello della Red Bull è un atteggiamento protettivo, come la scelta di non renderlo edotto sugli sviluppi per il 2015. Tutto comprensibile, quindi, ma forse ci poteva stare una maggiore dose di elasticità.

GP Russia F1 2014: le foto più belle della gara di Sochi

Anche se l’annuncio ufficiale non è ancora arrivato, l’anno prossimo Vettel prenderà il sedile di Fernando Alonso nella rinnovata Ferrari, al cui vertice c’è ora Sergio Marchionne, al posto del presidente uscente Luca di Montezemolo. Per provare la “rossa”, però, l’asso tedesco non potrà giovarsi dei test che andranno in scena sulla pista di Yas Marina dopo la sfida conclusiva di questo campionato del mondo di Formula 1.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail