Il team Marussia è fallito

Nessun partner ha mostrato interesse alle attività del team Marussia, che arriva in questo modo alla triste bandiera a scacchi del fallimento.

2014_marussia

Gli amministratori giudiziari hanno messo in liquidazione la scuderia Marussia e licenziato allo stesso tempo i 200 impiegati, decretando così il fallimento del team. La notizia è stata confermata da Geoff Rowley, esponente della società FRP Advisory LLP, che non è riuscita nelle ultime settimane a trovare un partner interessato a rilevare l’attività. Rowley ha espresso il rammarico e la tristezza per il fallimento e ricorda come “il team è stato messo in amministrazione lo scorso mese, dopo un’improvvisa carenza di liquidi”.

Marussia è entrata in amministrazione lo scorso 27 ottobre. Da allora nessuno si è dimostrato interessato a rilevare il team e la FRP Advisory LLP si è trovata nella condizione di abbassare le saracinesche, nonostante solo ieri il nome della società che gestisce il team (Manor Grand Prix) comparisse nella entry list relativa alla stagione 2015. Max Chilton e l’eventuale sostituto di Jules Bianchi non parteciperanno quindi agli ultimi due GP della stagione.

Marussia ha esordito in Formula 1 nel 2012, raccogliendo le ceneri del team Virgin. Gli unici due punti iridati risalgono proprio al 2014, quando Bianchi arrivò in nona posizione nel GP di Monaco. Marussia ha disputato 55 gran premi, scegliendo come piloti Timo Glock-Charles Pic nella stagione d’esordio e Jules Bianchi-Max Chilton negli ultimi due campionati.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail