In vendita la Benetton B191B con cui Schumacher ottenne il primo podio in Formula 1

La casa d'aste Bonhams mette in vendita la monoposto con cui Schumacher arrivò terzo nel GP del Messico (1992). Dovrebbe raggiunge il prezzo di 385.000 euro.

La Benetton B191B di Michael Schumacher

I tifosi della scuderia Red Bull hanno l’opportunità di mettere in garage la RB3 guidata da Mark Webber in cinque gare della stagione 2007. E’ un pezzo di assoluto valore, per quanto il suo lascito non sia indimenticabile: il pilota australiano la portò in gara nel GP di casa, in Malesia, in Bahrain, in Spagna ed a Monaco, ma in tutte e cinque le gare non raccolse nemmeno un punto. Ben altro significato riconosciamo alla Benetton B191B, vettura guidata da Michael Schumacher nelle prime tre gare del campionato 1992 – dopo venne sostituita dalle B192 – e monoposto con cui raggiunse il suo primo podio in Formula 1.

L’auto sarà battuta all’asta giovedì 20 novembre (in occasione dell’evento Bonhams’ Bond Street) e dovrebbe strappare una valutazione nell’ordine delle 300.000 sterline (385.000 euro), cifra neanche troppo superiore rispetto alle 250.000 sterline (320.000 euro) richieste per la Red Bull. La Benetton ha numero di telaio 06 ed utilizza un V8 Ford da 3.5 litri. Il cambio è manuale a 6 rapporti, la massa si attesa a 505 chili e le sospensioni sono del tipo pushrod, configurazione che la B192 riprese integralmente e del tutto identica alla B191.

Quest’ultima esordì nella stagione 1991 e venne utilizzata anche nelle prime tre gare della stagione successiva, modificata in alcuni elementi del corpo vettura e delle sospensioni e denominata quindi B191B. La B192 subentrò invece dalla quarta gara del campionato 1992. Schumacher giunse terzo nel GP del Messico (vinse Mansell) e replicò lo stesso risultato nella gara successiva, in Brasile. Il campionato del 1992 fu il secondo a cui Schumacher partecipò. Chiuse in terza posizione, dietro a Mansell e Patrese e conquistò una vittoria (in Belgio).


  • shares
  • Mail