F1: Vettel e la Ferrari "Un passo verso l'ignoto, ma sono convinto di vincere"

Il tedesco non vede l'ora di iniziare la sua nuova avventura a Maranello, "ma devo avere pazienza"

AUTO-F1-PRIX-BRA-VETTEL

Il suo futuro è ormai un segreto di Pulcinella, ma “devo avere pazienza”. Così Sebastian Vettel parla del passaggio in Ferrari ancora non ufficializzato, anche se tutti sanno che la questione è già risolta da tempo e si tratta solamente di una formalità. In un’intervista alla rivista tedesca “Auto, Motor und Sport”, il quattro volte iridato parla della prossima avventura, pur senza mai nominare la scuderia di Maranello. Anche se si può intuire la grande voglia di fare il salto per poter parlare liberamente dell'avventura in rosso.

Il passaggio in un altro team “è un passo verso l’ignoto e quindi è un rischio - ha proseguito - Ma ho riflettuto bene prima di decidere: se non fossi convinto di poter vincere anche lì. Non si tratta di una decisione contro la Red Bull, ma la volontà di cercare qualcosa di nuovo”. Anche perché la permanenza nel team anglo-austriaco sarebbe stata “la decisione più semplice, perché conosco la squadra, le persone, i punti di forza ed il progetto per i prossimi anni”. Ma Vettel voleva una nuova avventura ed ha così deciso di salire sulla Ferrari.

Arriverà a Maranello in un momento difficile, con una monoposto non competitiva ed una squadra alle prese con il rinnovamento più importante della storia recente. E, tra l’altro, al termine di una stagione, dove la Mercedes appare una vettura inarrivabile per tutti: “Lo so bene, mi aspetta una grossa missione che richiede tempo - ha chiuso - in un momento in cui la Mercedes ha un evidente vantaggio”. Toccherà a lui, e ovviamente al resto del team, riuscire a svoltare e riportare la rossa in vetta. Non sarà per nulla facile.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail