Vettel: 'Correrò per il team più grande'. Ed Alonso ricorda la pausa estiva

Le parole di Vettel ed Alonso dopo il rispettivo cambio di "parrocchia". Il tedesco è entusiasta e ricorda Schumacher, mentre l'ex Renault ammette che i dubbi risalgono al 2013.

fernando_alonso_last_race

Il fascino del Cavallino si è rivelato irresistibile per Sebastian Vettel. Non che immaginassimo il contrario, ma il quattro volte campione del mondo ha mostrato entusiasmo e passione del considerarsi parte di quello che ritiene ‘probabilmente il più grande team di tutto lo sport’. L’ex pilota della Red Bull ha commentato il suo passaggio a Maranello ricordando le difficoltà in cui piombò Michael Schumacher, di cui Vettel è stato tifosissimo.

Sono cresciuto con lui. Schumacher è un eroe per molti bambini tedeschi che iniziano la propria carriera sui go kart – il suo pensiero –. E’ andato in Ferrari, ha raccolto una sfida difficilissima, è stato vicino in più occasioni al titolo e lo ha vinto nel 2000. Da allora ci ricordiamo tutti di Michael nella monoposto rossa”. Il tedesco ha poi dedicato parole al miele nei confronti di Kimi Raikkonen (“Si creerà bel rapporto fra di noi, abbiamo grande rispetto l’uno dell’altro’) ed ha confessato di nutrire ottimi rapporti con tutta la famiglia Red Bull, scuderia che lo mise sotto ingaggio quand’era appena 12enne. Fernando Alonso invece ha raccontato una verità di cui nessuno era a conoscenza.

L’asturiano ha ovviamente ringraziato Ferrari, ma allo stesso tempo ha ricordato come già nel 2013 avesse pensato di abbandonare il Cavallino. “Penso che sia arrivato il momento di cercare nuove sfide e nuove motivazioni – esordisce l’ex Renault –. Ad essere onesto ci ho pensato già lo scorso anno. Ho atteso pazientato ancora questo campionato, aspettando il debutto delle nuove auto e dei nuovi motori. Solo a settembre ho deciso che avrei cambiato scuderia”. “Durante la pausa estiva mi sono incontrato con il presidente (Montezemolo, nda) ed in quell’occasione ho espresso la mia volontàconclude Alonso –. Loro avrebbero potuto trattenermi, ma si sono resi conto che era la soluzione migliore per entrambi’.

  • shares
  • Mail