Skoda restaura l'unica 996 Supersport rimasta

Skoda ha ultimato pochi giorni fa il restauro dell'ultima 996 Supersport rimasta. Verrà esposta nel museo aziendale.

Skoda 996 Supersport

Agli appassionati di quattro ruote il numero 996 ricorderà sicuramente la Porsche 911 di penultima generazione. Gli amanti dei motori e delle competizioni legano il numero 996 anche ad una fra le più celebri e riuscite motociclette del marchio Ducati. 996 è anche il nome di una vettura sportiva lanciata da Skoda nel 1950, prodotta in soli tre esemplari e di cui oggi scriviamo perché i tecnici dell’azienda ceca ne hanno ultimato qualche giorno fa il restauro completo.

La vettura è tornata ad esprimere il fascino originario e verrà esposta presso il museo aziendale di Mladá Boleslav, dove sarà certamente una fra le vettura più significative: la vettura nelle fotografie è l’unica sopravvissuta. La 996 Supersport partecipò all’ultima gara nel 1962 e fu un’automobile decisamente innovativa, tanto a livello tecnico quando sotto il profilo costruttivo (la carrozzeria è in alluminio). I tecnici del marchio ceco svilupparono due versioni dello stesso motore 1.1 e permisero così alla barchetta di rispettare i diversi requisiti necessari per correre gare differenti: la variante aspirata montava due carburatori e poteva sviluppare 90 CV (gareggiava contro vetture di cilindrata massima 1.1 litri), mentre l’unità sovralimentata poteva impiegare uno o due compressori volumetrici e raggiungeva addirittura i 180 CV (sfidava vetture da massima 1.5 litri).

Successivamente la cilindrata del motore venne portata ad 1.5 litri. Anche in questo caso era possibile scegliere fra la variante aspirata (a quattro carburatori) o sovralimentata (con uno o due compressori). La Skoda 996 Supersport era capace di oltrepassare i 200 km/h. La vettura restaurata apparteneva al pilota slovacco Ivan Micik, che la vendette nel 2007.

  • shares
  • Mail