Vergne saluta Toro Rosso. E Hulkenberg invece si accorda con Porsche

Il francese della Toro Rosso saluta tifosi e scuderia e viene lasciato a spasso (nonostante un gran campionato). Hulkenberg invece trova un secondo volante.

2014_jean_eric_vergne

Jean Eric Vergne ha annunciato il proprio addio alla scuderia Toro Rosso, dove ha corso negli ultimi tre campionati e che saluta con un pizzico di amarezza. Al 24enne francese non è bastata un’ottima stagione e deve quindi sottostare alla politica verde della scuderia emiliana, attesa ad una vera e propria rivoluzione: Vergne e Kvyatt (dal 2015 sarà in Red Bull) verranno sostituiti dal 17enne Max Verstappen e dal 20enne Carlos Sainz jr.

Vergne non può che arrendersi ad una Formula 1 sempre più fredda ed opportunista, cinica, nella quale i risultati non vengono più considerati strumenti di giudizio: il francese di Pontoise ha raccolto in questa stagione 22 punti e vanta come miglior piazzamento un 6° posto (GP del Bahrain), mentre Kvyatt ha come miglior piazzamento il 9° posto ed ha ottenuto appena 8 punti. Vergne è il terzo pilota – dopo Alonso e Button – a dover cambiare aria.

Ben differente è la posizione di Nico Hulkenberg, pilota della Force India, che si trova addirittura a gestire due volanti: il tedesco ha firmato un accordo con Porsche e correrà alcune gare del campionato endurance, ossia la 24 Ore di Spa e qualche settimana dopo la 24 Ore di Le Mans. Hulkenberg guiderà una delle tre 919 Hybrid schierate al via.


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail