Ecclestone: "Una donna a capo della F1? Eccezionale, ma non è il momento"

Il boss del circus non pensa però ad un addio: "Lo farò quando non sarò più utile, ora non è il momento"

F1 Boss Bernie Ecclestone Defends Himself Against Corrupt Payments

Finito il Mondiale e chiuso anche il mercato per la prossima stagione, dopo l’atteso annuncio della McLaren, è Bernie Ecclestone ad essere protagonista in questi giorni di dicembre. Il boss della Formula 1 sta finendo nelle prime pagine di giornali e siti con le sue dichiarazioni: dopo aver parlato di “mondiale schifoso senza le Mercedes” ed aver aperto ad un clamoroso ritorno ai motori aspirati, questa volta è il turno delle donne e della sua posizione su una possibile esponente del gentil sesso al suo posto, a capo del circus.

Sarebbe eccezionale se ci riuscisse, ma prima deve farsi eleggere”, le parole di Big Bernie in un incontro avuto con i media britannici. Dunque, l’apertura alle donne e c’è anche già la propria candidata da proporre: “Sacha Woodward-Hill", è l'attuale capo del suo ufficio legale. Dunque, è arrivata l’ora dell’addio per Ecclestone? Assolutamente no, visto che questa idea potrebbe essere utile in futuro, ma il boss della Formula 1 ha intenzione di proseguire nel suo ruolo, ancora per un bel po’ di anni. Nonostante le voci dei mesi scorsi.

Quando penserò di non essere più utile, andrò in pensione. Ma non è ancora il momento”, le sue parole sul proprio futuro, dopo essere stato reintegrato nel board della F1, dal quale si era dimesso per concentrarsi sulla sua vicenda giudiziaria. Archiviato il processo, dietro il pagamento di 100 milioni, eccolo di nuovo anche ufficialmente nel circus: “Ho una grande esperienza e l’appoggio di chi mi circonda – chiude – tanto che mi basta una stretta di mano senza bisogno di firmare contratti. Questa reputazione si acquisisce solo con il tempo”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail