F1: il bilancio Red Bull "Il 2014 è stato eccezionale, Ricciardo super"

Horner è soddisfatto dell'ultimo campionato ed è fiducioso per il 2015: "Stiamo facendo un gran lavoro"

F1 Grand Prix of USA - Practice

Red Bull - La fine dell’anno è il classico tempo di bilanci, a maggior ragione nel mondo della Formula 1, quando oltre all’anno solare si conclude anche la stagione. Dopo aver dominato gli ultimi quattro Mondiali, la Red Bull si è dovuta accontentare di concludere alle spalle della Mercedes l’annata 2014. Troppo superiore la monoposto tedesca, anche se Chris Horner è decisamente soddisfatto dell’andamento del campionato per il suo team: “Se pensiamo ai test del pre campionato, la nostra stagione è stata eccezionale”.

Effettivamente, la vettura di Milton Keynes non era praticamente riuscita a girare lo scorso inverno e si era presentata praticamente al buio al via della stagione. Nonostante ciò, si è rivelata la seconda forza in pista, soprattutto grazie ad un Daniel Ricciardo strepitoso, alla prima stagione in un top team. L’australiano ha spesso superato il pluridecorato compagno di squadra, conquistando tre vittorie: “E’ andato decisamente oltre le nostre più rosee aspettative - l’applauso del team principal – Sembrava da sempre a questo livello”.

Lo sguardo, ovviamente, va al futuro. E’ partito Sebastian Vettel ed al suo posto ci sarà un altro giovane, quel Daniil Kvyat che ha ben impressionato con la Toro Rosso, ma soprattutto proseguirà la caccia alla Mercedes. Pur consapevole delle difficoltà, Horner è piuttosto fiducioso per la stagione 2015: “Stiamo facendo un gran lavoro con Renault, per riuscire a colmare il gap. Anche se loro non staranno certamente fermi”. Così come non lo faranno tutte le altre scuderie: dalla Ferrari alla McLaren, passando per la Williams.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail