Rally di Montecarlo 2015: vince Ogier, davanti a Latvala e Mikkelsen

Il francese apre un podio composto solamente da Volkswagen. Quarta la prima Citroen (Ostberg), mentre Loeb non è andato oltre l'ottava posizione.

a:2:{s:5:"pages";a:3:{i:1;s:0:"";i:2;s:47:"Loeb al comando dopo le PS 1 e 2. Secondo Ogier";i:3;s:29:"Inizia il rally di Montecarlo";}s:7:"content";a:3:{i:1;s:5928:"2015_montecarlo_rally

Sebastian Ogier ha vinto il rally di Montecarlo, primo appuntamento del mondiale rally 2015. Il francese della Volkswagen precede Jari-Matti Latvala ed Andreas Mikkelsen, entrambi al volante della Polo R WRC. Quarto Mads Ostberg, su Citroen DS3 WRC. Thierry Neuville e Dani Sordo occupano la quinta e sesta posizione, mentre Sebastian Loeb ha concluso ottavo. Il nove volte campione del mondo aveva iniziato la gara in maniera esemplare, vincendo le PS 1, 3 e 6 ed assumendo la testa della corsa.

Ogier però non lo lascia scappare e lo scavalca dopo la prova speciale numero 7: l’alsaziano va in testacoda e perde 14.6 secondi. Loeb commette un errore ben più grave nella PS successiva: va a sbattere contro un muretto e danneggia seriamente la propria vettura, accumulando un ritardo di 10 minuti e rinunciando a qualsiasi ambizione. Ogier, davanti ai propri tifosi – è nato a Gap, dove ha sede il parco assistenza –, si ritrova in questo frangente con 1’45 minuti di vantaggio sul primo inseguitore (Latvala). Il due volte iridato trionfa con un margine di 58 secondi ed imponendosi in appena 2 PS.

I piloti della Citroen ne hanno vinte otto su quindici (cinque Loeb e tre Meeke), ma questa superiorità non rende positivo il fine settimana: detto di Loeb, il Double Chevron sconta la prestazione negativa di Meeke – vittima di un problema durante la PS8 – e gioisce solo per il quarto posto di Ostberg, al volante oltretutto della DS3 in configurazione 2014. Il britannico si è comunque aggiudicato la Power Stage. Robert Kubica ha terminato la gara in trentesima posizione, vincendo ben quattro PS ma compromettendo il proprio rally già durante la PS2: un testacoda lo ha gravato di un ritardo impossibile da recuperare. La prossima gara è in calendario dal 12 al 15 febbraio, in Svezia.

Rally di Montecarlo 2015 – la classifica


1. Sebastien Ogier - Volkswagen Polo R WRC - 3.36'40"2
2. Jari-Matti Latvala - Volkswagen Polo R WRC - +58"0
3. Andreas Mikkelsen - Volkswagen Polo R WRC - +2'12"3
4. Mads Ostberg - Citroen DS3 WRC - +2'43"6
5. Thierry Neuville - Hyundai i20 WRC - +3'12"1
6. Dani Sordo - Hyundai i20 WRC - +3'12"9?
7. Elfyn Evans - Ford Fiesta RS WRC - +5'23"7
8. Sebastien Loeb - Citroen DS3 WRC - +8'34"7
9. Martin Prokop - Ford Fiesta RS WRC - +9'54"8
10. Kris Meeke - Citroen DS3 WRC - +10'55"6

Rally di Montecarlo 2015: in testa Ogier. Problemi per Loeb [VIDEO0]

Rally di Montecarlo 2015 - II giornata

La seconda giornata del Rally di Montecarlo ha riservato non poche sorprese e colpi di scena. Partiamo dal fondo: le prime tre posizioni sono occupate da altrettante Volkswagen, dopo i problemi accusati dalle Citroen DS3 di Sebastien Loeb e Kris Meeke. Comandano la gara Sebastien Ogier e la sua Volkswagen Polo R WRC, con 1.45 minuti di vantaggio su Jari Latvala (Volkswagen) e 2.34 minuti su Andreas Mikkelsen (Volkswagen). Quarto Ott Tanak (Ford, +2.44 minuti) e quinto Mads Ostberg (Citroen, +3.02 minuti).

Loeb occupa la quindicesima posizione e rincorre ad oltre 10 minuti di ritardo, Meeke gli è due minuti alle spalle e Robert Kubica rincorre ad oltre 14 minuti. Loeb non è arrivato al parco assistenza di Gap, ma riprenderà la gara grazie al Super Rally. Il momento chiave della seconda tappa è nel corso della prova speciale 8. Il polacco va fuori strada dopo appena 2 chilometri e buca anche un pneumatico, Meeke si ferma al chilometro 8 ed il nove volte campione danneggia seriamente il gruppo ruota posteriore sinistro, dopo il violentissimo impatto con una roccia a bordo strada.

L’alsaziano, nell’occasione, perde sei minuti e fatica non poco nel sistemare parzialmente il danno. Loeb era fin lì in testa, nonostante la tenuta dell’asfalto lo abbia penalizzato non poco: già durante la PS5 aveva lamentato la presenza di fango, trascinato sull’asfalto da chi lo precedeva e motivo sufficiente per indurlo alla prudenza. Durante la PS8, però, il francese ha forzato l’andatura ed ha commesso l’errore fatale. Lorenzo Bertelli si trova al momento in undicesima posizione, con 7 minuti e 13 secondi di ritardo.



L'incidente di Sebastien Loeb

Classifica Rally Montecarlo

Sebastien Ogier - Volkswagen Polo R WRC - 1.36'51"5
Jari-Matti Latvala - Volkswagen Polo R WRC - +1'45"4
Andreas Mikkelsen - Volkswagen Polo R WRC - +2'34"8
Ott Tanak - Ford Fiesta RS WRC - +2'44"4
Mads Ostberg - Citroen DS3 WRC - +3'02"9
Elfyn Evans - Ford Fiesta RS WRC - +3'15"2
Thierry Neuville - Hyundai i20 WRC - +3'29"9
Dani Sordo - Hyundai i20 WRC - +4'03"0
Martin Prokop - Ford Fiesta RS WRC - +4'59"6
Sebastien Loeb - Citroen DS3 WRC - +6'08"7

";i:2;s:4529:"

Loeb al comando dopo le PS 1 e 2. Secondo Ogier

Rally di Montecarlo 2015 - I giornata

Sebastian Loeb è in testa al Rally di Montecarlo dopo le prime due prove speciali, confermando una volta in più il suo straordinario talento – nel caso ve ne fosse ancora il bisogno… – e mettendo in riga le Volkswagen Polo R di Sebastien Ogier e Jari Latvala. Il francese della Citroen guida la classifica con 13 secondi di vantaggio. Ne aveva 30 dopo la prova speciale numero 1, ma l’ex compagno di squadra ha reagito e nella PS2 (vinta) gli ha recuperato 17 secondi. Terzo il finlandese ex Ford, staccato però di 36 secondi e tallonato dalla Fiesta di Evans.

Settima la prima Hyundai (Neuville), lontana però 66 secondi. Kubica ha accusato problemi di vario tipo e rincorre a 5’13” minuti, per colpa di un testacoda e di alcuni problemi elettrici. Buon esordio nel WRC per Lorenzo Bertelli, 14°, lontano 2 minuti e 21 secondi dalla vetta. Il Monte prosegue quest’oggi con le prove speciali dalla 3 alla 8, nei pressi di GAP, dove le condizioni stradali si preannunciano incerte. Prima dello start abbiamo avuto modo di scambiare alcune parole con Loeb e con il suo copilota, Daniel Elena, tanto diversi e così complementari da sembrare adatti per il cinema. Elena è quello più scherzoso, gioviale, alla mano, con cui è facilissimo entrare in sintonia; Loeb, invece, si dimostra più introverso e taciturno.

Il copilota ci ha spiegato che Sebastien ha modificato la tecnica di frenata rispetto al periodo antecedente la stagione in WTCC. “Speriamo che ora non freni troppo però! – la sua chiosa –. Che emozioni provo al rientro? Sono contento, anche per la mia forma fisica: ho già perso qualche chilo! (alludendo al suo rivedibile stato di forma, nda)”. Loeb, qualche minuto dopo, ha smentito prima la tesi dell’amico (“Non è vero che freno in maniera diversa”) ed ha poi confermato che non ha per il momento l’intenzione di partecipare ad altri appuntamenti iridati. Gli basta il Montecarlo. Per mettere in riga tutti.

Rally di Montecarlo 2015 - I giornata
Rally di Montecarlo 2015 - I giornata
Rally di Montecarlo 2015 - I giornata
Rally di Montecarlo 2015 - I giornata
Rally di Montecarlo 2015 - I giornata
Rally di Montecarlo 2015 - I giornata
Rally di Montecarlo 2015 - I giornata

";i:3;s:5631:"

Inizia il rally di Montecarlo

Partirà alle 20.21 di questa sera l’edizione numero 83 del rally di Montecarlo, appuntamento che inaugura la stagione del campionato rally e gara fra le più prestigiose dell’intero panorama automobilistico internazionale. Vi partecipa anche Sebastien Loeb, nove volte iridato, al ritorno nei rally oltre un anno dopo l’ultima gara disputata.

Il fenomeno di Haguenau corre al volante di una Citroen DS3 e va alla ricerca del successo numero otto, provando ad allungare una striscia che avrebbe quasi dell’incredibile: l’ultima volta in cui non è salito sul gradino più alto del podio guidava ancora la Xsara (2006). Loeb ha stabilito il miglior tempo nello shakedown ed ha messo in riga il compagno di squadra Kris Meeke (+0.4 secondi), precedendo Sebastien Ogier (+1.1 secondi), Andreas Mikkelsen (+1.2 secondi) e Robert Kubica (+1.3 secondi).

In ritardo le Hyundai: Dani Sordo e Thierry Neuville occupano entrambi la nona posizione. Il percorso misura 355,48 chilometri – sono invece 1.403 i chilometri titoli, nei quali rientrano anche gli spostamenti – ed è stato accorciato di 28 chilometri rispetto alla scorsa edizione. La prova speciale più lunga misura 51 chilometri (PS10), mentre due si attestano a circa 10 chilometri. La PS 14 prevede la salita del Col de Turini.








Rally Montecarlo 2015: programma e percorso

Giovedi 22 gennaio
Prima tappa: Monaco-Gap

PS1 Entrevaux-Rouaine (km 21,31)
PS2 Norante-Digne les Bains (km 19,68)

Arrivo parco assistenza: ore 23.16

Venerdì 23 gennaio
Seconda tappa: Gap-Gap

PS3 La Salle en Beaumont-Les Corps 1 (km 15,84)
PS4 Aspres Les Corps-Chauffayer 1 (km 25,81)
PS5 Les Costes-St.Julien en Champsaur 1 (km 25,40)
PS6 La Salle en Beaumont-Les Corps 2 (km 15,84)
PS7 Aspres Les Corps-Chauffayer 2 (km 25,81)
PS8 Les Costes-St.Julien en Champsaur 2 (km 25,40)

Arrivo parco assistenza: ore.17.04

Sabato 24 gennaio
Seconda tappa: Gap-Monaco

PS9 Prunieres-Embrun 1 (km 19,93)
PS10 Lardier et Valença-Faye (km 51,70)
PS11 Prunieres-Embrun 2 (km 19,93)
PS12 Sisteron-Thoard (km 36,85)

Arrivo parco assistenza Monaco: ore.18.58

Domenica 25 gennaio
Terza tappa Gap-Monaco

PS13 Col St.Jean-St.Laurent 1 (km 10,16)
PS14 La Bollène Vésubie-Sospel (km 31,66)
PS15 Col St.Jean-St.Laurent 1 (km 10,16)

Arrivo parco assistenza Monaco: ore 13.39

Inizio premiazione Place du Palais Monaco: ore 15

Rally Montecarlo 2015: la programmazione TV

La gara verrà trasmessa sul canale Fox Sports 2, visibile dagli abbonati Sky e Mediaset Premium. Venerdì alle 00.30 sarà trasmessa la prima prova speciale (in replica venerdì 23 gennaio alle ore 12.45, 16.30 e 22.45). Domenica è previsto un collegamento in diretta: alle 9.30 la seconda prova speciale del giorno, alle 12 la prova speciale conclusiva. ";}}

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail