Cinque curiosità sul GP d'Australia F1 2015

I pneumatici scelti da Pirelli ed il tratto più impegnativo della pista. L'asfalto e la tattica vincente nel 2014. Vi raccontiamo cinque curiosità sulla prima gara del campionato Formula 1 2015.

La vicenda relativa al conflitto Van der Garde-Sauber agita solo in parte un ambiente già proiettato alle 02.30 di venerdì mattina (ora locale), quando inizierà la prima sessione di prove libere del GP d’Australia e di conseguenza partirà il campionato Formula 1 2015. La gara si corre all'interno del circuito ricavato nell'Albert Park di Melbourne. Noi la anticipiamo raccontandovi cinque curiosità sulla pista e sulla gara in se.

GP Australia F1 2015: il circuito

La pista misura 5.303 metri, presenta 16 curve e dovrà essere percorsa 58 volte. Venne inaugurata nel 1996 e si trova all’interno di un parco, ragion per cui l’asfalto è molto scivoloso. Le vetture necessitano di un carico aerodinamico particolarmente sostenuto. Il giro record (1’24’’125) appartiene a Michael Schumacher e venne stabilito nel 2004.

GP Australia F1 2015: i pneumatici

Pirelli ha scelto di utilizzare a Melbourne i pneumatici dalla mescola soft e medium. Su entrambi è inedita la struttura posteriore, novità tecnica utile per consentire ai piloti di accelerare prima in uscita di curva e migliorare di conseguenza i tempi sul giro. Le gomme sono sottoposte a maggiori accelerazione longitudinali piuttosto che laterali. Il pneumatici più sollecitato è quello anteriore sinistro. Pirelli si aspetta un divario di 1,2-1,5 secondi al giro fra le gomme soft e medium.

GP Australia F1 2015: la frenata più difficoltosa

I piloti devono concentrarsi soprattutto alla curva 3, particolarmente significativa in quanto hanno 122 metri per rallentare di circa 222 km/h. Devono esercitare una pressione sul freno di 140 chili, mentre il loro corpo è soggetto ad una forza pari a 4,6 G. Dalla frenata vengono sviluppati ben 2.081 kW di energia.

GP Australia F1 2015: la strategia vincente nel 2014

Nico Rosberg si aggiudicò la scorsa edizione del GP. Partì dalla terza posizione in griglia (dopo qualifiche sul bagnato) e seguì una strategia del tipo soft-soft-medium, condivisa con i nove piloti arrivati al traguardo dopo di lui. Si fermò ai box in occasione del giro 12 e cambiò pneumatici nuovamente al 38° passaggio, approfittando dell’ingresso in pista della safety car.

GP Australia F1 2015: i piloti più vittoriosi

Jenson Button si è aggiudicato in tre occasioni la gara di Melbourne. Meglio di lui solo Michael Schumacher (4), mentre fra i piloti in attività Kimi Raikkonen è l’unico ad essersi imposto più di una volta (nel 2007 e nel 2013).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail