F1: non verranno introdotte nuove limitazioni nei team radio

A fine 2014 la Federazione inasprì il regolamento inerente le comunicazioni box-muretto. Un secondo divieto sarebbe dovuto entrare in vigore nel 2015, ma ciò non avverrà.

Charlie Whiting

La FIA ha stabilito di non introdurre misure più stringenti in materia di comunicazioni fra piloti e muretto, rinunciando così al proposito dello scorso settembre. Tale misura venne pensata al fine di garantire – come scriveva La Gazzetta dello Sport – che l’art. 20.1 del regolamento sportivo sia rispettato da tutti. Le performance dei piloti non devono venire in alcun modo alterate da quanto viene comunicato loro dai team. La trasmissione di dati dai box al pilota, infine, è assolutamente vietata dall’articolo 8.5.2. del Regolamento Sportivo.

La FIA negò inizialmente ai piloti di ricevere indicazioni relative alle proprie performance, mentre le comunicazioni riguardanti lo stato della monoposto sarebbero diventate fuorilegge dal 2015. Charlie Whiting, direttore di corsa, ha spiegato nelle scorse ore che “tratteremo la questione esattamente come alla fine del campionato scorso: non sarà lecito guidare direttamente il pilota. Avevamo stabilito di introdurre il divieto in due momenti, ma abbiamo deciso di non applicare più la norma”. Il motivo? “Era un’interpretazione troppo severa: la Commissione ha pensato che non vi fosse l’esigenza di introdurla”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail