F1, Mike Gascoyne: "Lotus non potrà sfuggire alle pressioni"

lotus

Jarno Trulli, Heikki Kovalainen e gli altri uomini del team Lotus saranno costretti a misurarsi non solo con gli avversari, ma anche col peso di un nome che ha scritto delle pagine indimenticabili nella storia dell'auto e dell'automobilismo. L'aggravio di tale incombenza è perfettamente chiaro a Mike Gascoyne, direttore tecnico della scuderia inglese.

Secondo lui la pressione sarà costante: "Quando si riporta in vita un nome come quello della Lotus in Formula 1 è inevitabile generare delle aspettative nei tifosi. E’ giusto così. Del resto io stesso sono cresciuto a breve distanza dalla gloriosa factory: far parte di questo team riveste per me un significato particolare". Saranno le "radiografie" della stampa, però, a creare lo stress maggiore.

Il passato del marchio graverà come un macigno sulle spalle di chi si è lanciato nella spinosa avventura. Non saranno ammessi troppi sbagli, perché nessuno è disposto a perdonarli. Questo atteggiamento severo potrebbe far pensare in modo diverso, ma Gascoyne crede che presto il Circus recupererà una dimensione più umana.

Il contenimento dei costi svolgerà un ruolo importante, aprendo nuovi scenari, anche sul piano dell'inventiva, valorizzando così i tecnici più capaci: "Ben presto il concetto base del fondatore Colin Chapman sarà nuovamente di attualità. La filosofia sta cambiando e la Lotus vivrà all’interno di questo cambiamento. Da ora in avanti l’innovazione giocherà un ruolo più importante".

(Grazie saputone)

Via | Stopandgo.tv

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: