Schumacher vuole vincere, per la Ferrari è un avversario

schumacher

Michael Schumacher non rientra in Formula 1 per fare la semplice comparsa. Il suo obiettivo è il successo. Dalla consapevolezza di poterlo raggiungere è maturata la decisione di tornare al volante. L'asso di Kerpen è chiaro nei suoi propositi: "Correrò per vincere". Forse non gli basterà qualche gara: conoscendolo crediamo che punti al titolo. Vedremo come si evolverà la nuova parentesi del Kaiser.

Lui è piuttosto convinto del fatto suo: "La pausa di tre anni mi ha restituito tutte le energie che non avevo più quando mi ero ritirato a fine 2006. Mi sento come un ragazzino di dodici anni che saltella in giro". Gli uomini delle Mercedes hanno capito le sue intenzioni e ne conoscono il valore. Per questo lo hanno scelto, a prescindere dagli argomenti di marketing.

Maranello? Un felice ricordo. Dice Schumi: "Dopo 14 anni trascorsi assieme porterò la Ferrari sempre nel cuore. Il mio primo pensiero va al cavallino rampante. Sono felice che la separazione sia avvenuta in un modo così armonioso. Resteremo amici, anche se adesso siamo rivali in pista".

Lo stesso concetto era stato espresso, parlando di lui, dal presidente Luca di Montezemolo. Un portavoce della scuderia italiana aggiunge: "Facciamo i nostri auguri a Michael: da oggi è un avversario e faremo di tutto per batterlo, così come con tutti gli altri". Le premesse per una bella lotta ci sono tutte. Che vinca il migliore!

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
46 commenti Aggiorna
Ordina: