Ferrari, prova sull’asciutto per Valentino Rossi

rossi

Dopo una veloce pausa pranzo Valentino Rossi è rientrato in pista a bordo della Ferrari F2008, per completare la seconda giornata di test sul tracciato catalano di Montmelò. Dissolta la nebbia che al mattino ha ritardato l’ingresso del Dottore di Tavullia, il sole ha asciugato l’asfalto permettendo ai tecnici di Maranello di montare le gomme slick, con conseguente miglioramento delle prestazioni, fino a 1'21"900.

L'esperienza si è chiusa con più di 600 chilometri nell'arco di due giorni. Il re del motomondiale è estremamente felice del rilievo cronometrico segnato nel penultimo run, quasi allo scadere del tempo limite di utilizzo del tracciato catalano: "Ci siamo tenuti gli ultimi tre quarti d'ora per provare un ‘time attack’ con poca benzina e gomme nuove. Avrei firmato con il sangue per fare una performance del genere".

Poi Valentino fa un confronto con l'esperienza vissuta al Mugello nel novembre del 2008: "Qui è stato più divertente, perché un pochino più facile. In Toscana si fa più fatica. La pista iberica è davvero bella, sia con le moto che con le macchine, anche se la curva 10 (quella del testacoda, ndr.) è un po’ stretta e si frena molto più tardi".

Nel corso del pomeriggio Rossi ha potuto dialogare con un consigliere d’eccezione, Felipe Massa, giunto a Barcellona per la giornata di test in programma domani. Il pilota brasiliano si calerà nell’abitacolo della monoposto ‘storica’ portata in pista dallo staff del Dipartimento Clienti per riprendere confidenza con la Formula 1, dopo la lunga pausa seguita all’incidente nelle qualifiche del Gp d'Ungheria.

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: