Max Mosley è infuriato con Montezemolo e la Fota

montezemolo mosley

L'intesa tra la Fia e la Fota sembrava che avesse spazzato le polemiche della Formula 1, ma queste tornano nuovamente all'orizzonte, aprendo un altro fronte di cui si sarebbe fatto volentieri a meno. Protagonisti dell'ennesima puntata di un braccio di ferro infinito i presidenti delle due organizzazioni, Max Mosley e Luca di Montezemolo.

Il primo, in una lettera indirizzata al secondo, manifesta il suo pieno disappunto per le "frasi false e offensive" che, a suo avviso, quest'ultimo avrebbe proferito sull'accordo di mercoledì a Parigi. A giudizio di Mosley il numero uno del "cavallino rampante" sarebbe all'origine di una strumentalizzazione della vicenda, in quei passaggi in cui avrebbe lasciato intendere di aver scalzato un dittatore e di aver conseguito una vittoria targata Ferrari.

Questo atteggiamento potrebbe portarlo a riconsiderare la scelta di non ricandidarsi alla guida della Federazione nel mese di ottobre. Scrive Mosley nella missiva al capo della Fota: "Una parte fondamentale dell'accordo prevedeva un approccio positivo e leale da ambo le parti. Lei mi ha definito un dittatore, un'accusa estremamente diffamatoria. Se vuole che l'intesa raggiunta abbia chances di sopravvivere, lei e la Fota dovrete provvedere immediatamente a rettificare queste dichiarazioni false". Nel testo il vecchio Max sottolinea come fino alla scadenza del mandato godrà ancora di "pieni poteri".

Nell'incontro di ieri a Bologna, però, i membri dell'associazione dei costruttori e il loro presidente non hanno recitato il mea culpa, limitandosi a ringraziare Mosley per quanto fatto in passato e per la promessa di lasciare l'incarico: "Siamo lienti di ringraziare il presidente della Fia per la sua decisione di lasciare la Federazione ad ottobre e per l'impegno profuso nel suo lavoro, in particolare dal punto di vista della sicurezza che è, e rimane, una grande priorità in F1 e nello sport". Questo sul fronte pubblico. In privato, invece, pare che Montezemolo abbia inviato una lettera di risposta, dove il manager italiano mette in luce come le sue dichiarazioni siano state interpretate male dalla stampa. Speriamo che basti a bloccare il colpo di coda di una tempesta che ha stancato tutti.

Via | Ferrari

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: